Storia dei VDisc

I VDisc erano i dischi che gli americani paracadutavano sui fronti europei durante la seconda guerra mondiale

La storia dei VDisc è un evento organizzato da AVI, voluto dal presidente Carlo Lecchi e tenuto a fine novembre. La VDisc (abbreviazione di Victory Disc) è stata un’etichetta discografica (composta principalmente da RCA e Columbia Records), nata durante la seconda guerra mondiale per la produzione di dischi destinati ai militari americani impegnati nella guerra.

VDisc

Il V-Disc con autografo di Louis Armstrong

Si ringraziano il Prof. Gioacchino La Notte per la lectio interessantissima, Maurizio Fedele per le rarità che ci ha mostrato, Gianluca Barezzi per averci donato i VDisc della sua collezione. Inoltre Antonio Siciliano del museo del REC di Sesto S.Giovanni per la disponibilità e i supporti tecnici e la vicepresidente Simona Bonfadini per l’accoglienza in sede. Tra i presenti anche gli artisti Rodolfo Maria Gordini, Pino D’Isola, Carlo Ricoveri e Luisa Bischetti. Quasi tutti in questa foto ricordo della serata.

VDisc

I protagonisti della serata dedicata ai VDisc

Il Prof. Gioacchino La Notte, docente di storia contemporanea all’Universita Cattolica di Milano, nonché collaboratore come chitarrista classico in alcuni lavori di Lucio Dalla, ha raccontato la storia dei VDisc con il supporto di contributi visivi.  Alcuni esemplari, anche di collezioni private, in particolare uno con firma di Louis Armstrong, sono stati ascoltati presso la sede dell’associazione.

VDisc

Il V-Disc con autografo di Jack Teagarden

I VDisc erano i dischi che gli americani paracadutavano sui fronti europei durante la seconda guerra mondiale per allietare le truppe nelle pause tra i combattimenti. Vi erano incisi i brani dei cantanti in voga all’epoca in America quindi Frank Sinatra, Lena Horne, Hellen Forrest, Glenn Miller, Tommy Dorsey e molti altri. Alla fine del conflitto vennero distrutte le matrici.